Il potere dell'immagine nei Social

Image Description
Image description
24 maggio 2018

IMMAGINE e SOCIAL

Image Description

I Social Network sono in continua crescita e ormai anche alla portata di tutti, raggruppano un reticolo di persone unite dagli stessi interessi, ma non solo. Infatti i social sono diventati uno strumento impossibile da ignorare per ottenere un’efficace strategia di marketing. Oggi, tre aziende su quattro sono sul social, perché, probabilmente, hanno ben inteso l’importanza dell’ ”esserci”. Ma bisogna far attenzione e utilizzarli in maniera corretta e funzionale. Un’azienda che decide di aprire un profilo social solo per aumentare le vendite, sta intraprendendo la strada sbagliata. Alla base deve essere effettuata un’analisi dettagliata di ciò che è inerente alla propria comunicazione aziendale: bisogna studiare una digital strategy diretta e persuasiva. Ad una qualsiasi impresa non basterà descrivere il prodotto che vuole vendere, ma devono essere esaltati tutti i bisogni e i valori che quel prodotto soddisfa. Il Social Network è una piattaforma ideale per creare questo tipo di strategia, in quanto la sua funzione primaria è quella di comunicare per raggiungere più utenti possibili. Ma in questo mondo virtuale qual è il miglior modo di comunicare? Siete ancora convinti che il testo sia il mezzo ideale per raggiungere e coinvolgere più persone? Se la risposta alla nostra ultima domanda è si, avete bisogno di un piccolo, ma fondamentale, aggiornamento. Nel mondo del social il potere supremo è ora detenuto dall’immagine. Portandovi subito un esempio, parliamo di Pinterest ed Istragram, entrambi hanno un social basato su scatti e grafica che ha un grandissimo impatto sugli utenti. Le loro immagini sono accattivanti, facili da comprendere, utili, condivisibili e mandano in modo diretto il messaggio che si vuole trasmettere. Un’immagine riesce ad ottenere effetti evocativi sugli utenti: stimola emozioni, sentimenti, azioni istintive, sensi e riesce a farci identificare in quello che stiamo guardando. Il testo, rispetto all’immagine, ha alcuni lati negativi (se così preferiamo definirli). Può essere troppo lungo e perciò non letto, anche perché a volte non si ha abbastanza tempo per leggere un testo per intero, e ancora, le informazioni del testo possono non interessare e quindi si passa oltre. Al contrario, le immagini, sono recepite con più velocità e facilità rispetto a quest’ultimo, inoltre sono di facile consumo, immediate, semplici da ricordare e l’utente non impegna nessun tipo di sforzo nel guardarle (al contrario del testo che va letto e compreso). Anche altri Social Network hanno cercato, con successo, di puntare più sull’immagine, e grazie a questo nuovo approccio nei confronti della grafica si è evidenziato un cambiamento notevole nelle condivisioni. Su Facebook ad esempio i post che contengono immagini sono più condivise del 40%, rispetto ad un post solo testo. Inoltre il social di Zuckerberg ha inserito l’opzione preview del link, che ha permesso un aumento di visibilità di ciò che vuole essere condiviso. Per creare e modificare le immagini che si vogliono caricare sui social ci sono moltissime app da poter utilizzare, dalle più semplici alle più complesse, che permettono di tagliare, inquadrare, sfocare e filtrare. Per gli appassionati di grafica ci sono anche programmi più complessi come Adobe Illustrator e Photoshop. Un altro piccolo consiglio, sull’immagine e sulla sua successiva modifica prima di caricarla in rete, è quello di dare importanza ai colori. Questi sono essenziali nella costruzione di una relazione di significato con il pubblico: colori caldi tendono a trasmettere energia, dinamismo e sentimenti come l’amore; l’uso dei colori freddi, invece, evoca calma, pace ed armonia. Nel dar vita alla vostra galleria di immagini, che siate un’azienda o un comune utente che utilizza il social, non siate mai banali e create sempre un vostro stile, per mostrare, a chi vi segue e comunica con voi, la vostra identità (visual identity). Questa vi permetterà di raggiungere più persone nel vostro stesso campo di interesse.